Rapporto annuale di Trasfusione CRS Svizzera

10/05/2017

Per Trasfusione CRS Svizzera il 2016 è stato un anno positivo, caratterizzato da un rifornimento e un approvvigionamento di sangue equilibrati che non hanno posto grandi difficoltà e da un nuovo record di crescita del registro dei donatori che ha raggiunto i 103 822 iscritti.


Il 2016 è stato un anno positivo per Trasfusione CRS Svizzera

Rispetto agli anni precedenti, il calo del fabbisogno di sangue in Svizzera si è nettamente attenuato e nel 2016 il consumo di sangue è stato inferiore alla media europea. Sono indizi che portano a credere che la diminuzione del consumo di sangue nel nostro Paese possa arrestarsi in tempi brevi. A lungo termine, con l’invecchiamento della popolazione, bisogna inoltre prevedere un nuovo aumento del fabbisogno di sangue. Di qui l’importanza di acquisire nuovi donatori per il futuro.

Ripartizione dei gruppi sanguigni stabile

La ripartizione dei gruppi sanguigni è determinante per garantire un approvvigionamento di emoprodotti alla popolazione che risponda alle esigenze. Per questo motivo, nel 2016, Trasfusione CRS Svizzera ha fatto esaminare la ripartizione dei gruppi sanguigni in Svizzera. I risultati hanno confermato la ripartizione osservata finora, con divergenze minime. Ora la pianificazione del fabbisogno può essere regolata in modo più differenziato a livello regionale e meglio definita. Sempre in relazione alla pianificazione in base alle esigenze, nel 2016 sono state condotte numerose campagne di sensibilizzazione per promuovere le conoscenze della popolazione sui gruppi sanguigni.

C’è sangue e sangue: locandine affisse sui treni hanno promosso le conoscenze sui gruppi sanguigni durante i mesi estivi

Evoluzione sorprendentemente rapida nella donazione di cellule staminali del sangue

Nel 2016 è stato raggiunto un traguardo eccezionale nel settore delle cellule staminali del sangue: con la cifra record di 103 822 donatori di cellule staminali del sangue registrati, l’obiettivo prefissato di 100 000 donatori entro il 2020 è stato conseguito anzitempo. Per quanto concerne la qualità della tipizzazione, la Svizzera si è affermata nel frattempo tra i leader mondiali. Nel 2016 è stato raggiunto un altro record, con 51 Svizzeri che hanno donato le proprie cellule staminali del sangue.


Dal 2013 al 2016 il numero di nuove registrazioni è più che triplicato.


Grande solidarietà nella raccolta fondi

Nel 2016 le entrate da donazioni sono state nettamente superiori a quelle dell’anno precedente. I privati, le associazioni e le imprese hanno donato 523 000 franchi e le fondazioni 283 000 franchi. Anche nell’anno in esame è stato solo parzialmente possibile coprire le spese per le nuove registrazioni con prestazioni proprie. L’acquisizione di benefattori resta pertanto di fondamentale importanza.

Nel complesso Trasfusione CRS Svizzera chiude l’anno contabile 2016 praticamente in pareggio. Qui mettiamo a disposizione il rendiconto annuale. 

 

>> Al download del Rapporto annuale

>> Le cifre principali del 2016 nei settori della donazione di sangue e della donazione di cellule staminali del sangue

www.sqs.ch www.zewo.ch
 
IL SANGUE È VITA DONALO