Donazione di sangue dopo un viaggio all’estero

In generale le donazioni di sangue coprono il fabbisogno in Svizzera. Nei mesi estivi, tuttavia, si riscontrano spesso lacune nell’approvvigionamento dovute alle assenze per ferie dei donatori e ai periodi di attesa dopo il loro rientro.

Dorare il sangue dopo un viaggio all’estero

Dopo un soggiorno all’estero occorre ben accertare se e quando è possibile donare il sangue. Dipende dalla destinazione di viaggio all’estero: ci sono regioni in cui i rischi di contrarre diverse malattie, come la malaria, il West Nile virus, la febbre dengue o il virus Zika, sono maggiori. Molte di queste malattie pericolose sono trasmissibili per trasfusione di sangue. Per escludere il più possibile il rischio di trasmissione al ricevente, è indispensabile rispettare termini di attesa che possono variare in base al Paese.

Dall’infezione fino alla messa in evidenza di queste patologie possono trascorrere settimane e a volte addirittura mesi. Donando il sangue subito dopo un viaggio, il rischio di trasmissione al ricevente sarebbe quindi più elevato. Pertanto, dopo un viaggio in una regione endemica, è
vietato donare il sangue per i sei mesi successivi.

Cambiamenti nelle regioni endemiche

 

Anche i viaggi in diversi Paesi europei come Spagna, Grecia o Italia possono comportare una pausa temporanea dalla donazione di sangue. Probabilmente a causa del riscaldamento globale, negli ultimi anni in Europa sono fortemente presenti, durante i mesi estivi, agenti patogeni  tropicali. A seconda delle stagioni queste malattie insorgono anche nelle zone climatiche temperate.

Singoli Paesi o regioni possono essere rapidamente dichiarati endemici. Iinformati presso il tuo Servizio trasfusionale regionale prima della tua prossima donazione.

 

 

 

 

(Nessuna) Riserva di sangue

Gli emoprodotti fabbricati a partire da una donazione di sangue per il trattamento dei pazienti hanno spesso un periodo di conservazione limitato: i globuli rossi, ad esempio, si conservano fino a 49 giorni, mentre le piastrine solo 7 giorni. Tenendo conto di questo periodo di conservazione breve, le riserve di sangue devono essere costantemente rinnovate. Il compito di disporre sempre di emoprodotti a sufficienza per i diversi gruppi sanguigni e al contempo di evitare che le preziose donazioni di sangue giungano a scadenza si rivela particolarmente complesso in estate.
www.sqs.ch www.zewo.ch
 
IL SANGUE È VITA DONALO