«Ci interessano le persone che stanno dietro al questionario»

31/07/2018 Novità di: Corinne und Lidwine | Nachbetreuung 0 Kommentare

Lontano dagli occhi, lontano dal cuore? Non per noi. Quando una persona dona le sue cellule staminali del sangue viene seguita per dieci anni. Il suo benessere passa difatti in primo piano.



Lidwine e Corinne di Trasfusione CRS Svizzera sono responsabili dell’assistenza successiva dei donatori di cellule staminali del sangue, con i quali rimangono in contatto telefonico. Inoltre, inviano loro regolarmente il questionario per i donatori e l’analizzano con un medico.

Il 95 per cento circa dei donatori decide di usufruire dell’offerta di assistenza post-donazione . In questa occasione sono discussi temi sia personali sia medici. I donatori sono invitati a un primo colloquio nel centro di trapianto un mese dopo la donazione, mentre nel primo anno successivo vengono chiamati da una collaboratrice di Trasfusione CRS Svizzera.

Segno di stima
Corinne si occupa principalmente dei donatori non apparentati. Della sua attività quotidiana racconta: «In caso di donazione di cellule staminali del sangue la guarigione del ricevente è al primo posto. Quando si viene a sapere che teniamo concretamente anche al benessere del donatore rimangono tutti stupefatti e colpiti.» La maggior parte dei donatori ritorna in forma dopo l’intervento. «I nostri contatti con i donatori sono un segno di stima nei loro confronti». Inoltre, le dichiarazioni dei donatori aiutano a migliorare costantemente le procedure prima, durante e dopo la donazione. E molti donatori sono contenti di poter condividere le loro esperienze.

Una bella conclusione dopo un lungo processo
Lidwine è responsabile dell’assistenza dei donatori apparentati. Al contrario della donazione non apparentata, per cui vige un rigoroso anonimato, nella donazione apparentata donatore e ricevente si conoscono. Talvolta questa situazione è difficile per le famiglie interessate, ad esempio quando un paziente muore e il donatore si sente in colpa, ma spesso è anche bella, come quando le famiglie si riavvicinano grazie a una donazione.

Per adempiere a questo compito, occorrono empatia, buon senso e un interesse innato, tutte caratteristiche che Lidwine Kunz e Corinne Young hanno: «Ci interessano le persone che stanno dietro al questionario». Con le loro telefonate e il follow-up concludono, per così dire, un lungo processo di registrazione, controllo della compatibilità, donazione e prelievo. Sono garanti della coscienziosità che Trasfusione CRS Svizzera mostra non solo verso i pazienti ma anche verso i donatori.

Commenti

Scrivi un commento

www.sqs.ch www.zewo.ch wmda
 
IL SANGUE È VITA DONALO