La ricerca di un donatore compatibile di cellule staminali del sangue

22/04/2016 Novità di: Isabel Zumofen

Visita alla divisione Coordinamento


Come si svolge concretamente la ricerca di un donatore compatibile di cellule staminali del sangue per i pazienti svizzeri? Come collaborano i registri internazionali? A queste domande rispondono i miei colleghi della divisione Coordinamento. Il capogruppo Michael mi ha mostrato i retroscena di questo importante compito al quale si dedica giorno dopo giorno insieme alle coordinatrici di ricerca Gaby e Chantale:


Il medico responsabile del trapianto incarica la mia divisione di cercare un donatore non apparentato per un paziente svizzero, trasmettendoci formulari standardizzati con i dati del paziente rilevanti per la ricerca. Il laboratorio di riferimento per la determinazione delle caratteristiche tissutali ci invia il cosiddetto profilo HLA del paziente, ossia le caratteristiche tessutali specifiche la cui compatibilità tra paziente e donatore è decisiva per la riuscita di una donazione di cellule staminali del sangue.



La ricerca vera e propria inizia nel momento in cui si invia il profilo HLA del paziente ai 75 registri dei donatori di 53 Paesi. Con circa la metà di questi registri siamo collegati tramite un sistema di scambio di informazioni che ci permette di trasmettere i dati direttamente in modo elettronico. Ogni registro esegue poi un confronto con la banca dati dei propri donatori. Dopo un giorno la maggior parte dei registri ci invia i loro donatori compatibili.

Il numero dei possibili donatori dipende dal tipo tissutale del paziente: se questi presenta caratteristiche tissutali rare, si riesce a trovare tutt’al più una manciata di donatori, talvolta, purtroppo, persino nessuno. Questo ci dimostra ogni volta quanto sia preziosa ogni singola registrazione come donatore di cellule staminali del sangue. Fortunatamente esistono anche situazioni in cui i risultati di ricerca forniscono oltre 100 potenziali donatori compatibili.

Una volta ricevuti i dati dei donatori, inizia la parte più difficile del nostro lavoro: quali di questi potenziali donatori sono i più idonei per il paziente? Si tratta di riflessioni sulle probabilità, per le quali occorrono approfondite conoscenze HLA. Spesso richiediamo ulteriori accertamenti per completare il profilo HLA di un donatore. Nel limite del possibile, vengono considerati nella scelta ulteriori criteri di donazione come ad esempio l’età, il sesso e il gruppo sanguigno.



Se troviamo un possibile donatore idoneo, chiediamo al registro in questione un suo campione di sangue per una cosiddetta tipizzazione di controllo: le caratteristiche HLA di un donatore devono sempre essere verificate con un secondo accertamento indipendente. Questa è anche un’occasione per sapere se la persona registrata è sempre disposta a donare; soprattutto in caso di mandati di ricerca complicati ci fa molto piacere se vi è ancora la disponibilità ad aiutare volontariamente una persona sconosciuta.

Alla fine del mandato di ricerca consegniamo al medico responsabile del trapianto, se possibile, una scelta di tre donatori compatibili. Spetta poi al medico decidere come procedere.

Una volta trovato e scelto il donatore compatibile e non appena ottenuto il suo consenso, il paziente può essere trapiantato. Dopo il colloquio con Michael mi viene ribadita ancora una volta l’importanza di ogni singola registrazione come donatore di cellule staminali del sangue. Negli ultimi anni il registro si è fortemente ampliato e consta ora di oltre 85 000 registrati. Questo ampliamento è un barlume di speranza per gli interessati che aspettano il loro salvatore. Fa piacere che sempre più persone siano sensibilizzate al tema della donazione di cellule staminali del sangue.

www.sqs.ch www.zewo.ch wmda
 
IL SANGUE È VITA DONALO