Per la donazione di sangue e di cellule staminali del sangue

25/10/2016

Scheda segnaletica

Nome: Olga Schick-Scheider
Età: 37
Professione: specialista di sostenibilità presso ALDI SUISSE AG
Particolarità: ALDI SUISSE si impegna a favore della donazione di sangue e organizza azioni di donazione di sangue per i propri collaboratori; ALDI SUISSE ha inoltre partecipato alla campagna «Missing type», sostenendo al contempo la donazione di cellule staminali del sangue con un contributo finanziario.

 

L’impegno di ALDI SUISSE a favore della donazione di sangue è notevole. Ci può spiegare il motivo?
Olga Schick-Scheider: ALDI SUISSE è parte della società. Per noi, essere responsabili significa andare oltre il nostro core business, quindi dare il nostro contributo alla società in cui viviamo. Per questo motivo sosteniamo gli obiettivi di Trasfusione CRS Svizzera e abbiamo dato la possibilità ai nostri collaboratori di donare il sangue durante l’orario di lavoro. Vogliamo fare del bene, non solo con contributi finanziari ma anche impegnandoci personalmente. Ognuno di noi può salvare una vita umana donando il proprio sangue.

Come hanno reagito i collaboratori a queste azioni?

C’è stato un ampio consenso. Oltre 60 collaboratori hanno colto l’occasione per donare il sangue nella nostra sede di Schwarzenbach (SG): un vero e proprio successo che ci ha pienamente soddisfatti. Abbiamo in seguito informato tutti i nostri collaboratori in Svizzera sulla donazione di sangue, affrontando l’argomento nella rivista a loro destinata e segnalando loro le possibilità di donare il sangue a livello locale e regionale.

Dalla donazione di sangue alla donazione di cellule staminali del sangue: come ci siete arrivati?

ALDI SUISSEha ricevuto un compenso per l’organizzazione dell’azione di donazione di sangue. La nostra idea era di donare l’importo ricevuto – che abbiamo arrotondato – a un progetto caritatevole regionale. Alla fine, assieme ai collaboratori, abbiamo deciso di devolverlo a Swiss Blood Stem Cells (SBSC), con l’intento di contribuire alla promozione della donazione di cellule staminali del sangue e aiutare SBSC a registrare nuovi donatori di cellule staminali del sangue, affinché i pazienti abbiano maggiori possibilità di guarigione.

Lei stessa ha un legame personale con la donazione di cellule staminali del sangue?

Sì, mia mamma si è ammalata di leucemia alcuni anni fa ed è guarita grazie a una donazione di midollo osseo. Solo allora mi sono resa conto di tutto ciò che serve, affinché venga trovata una donazione compatibile.

Quest’anno ALDI SUISSE si è impegnata anche pubblicamente a favore della donazione di sangue. 

Esatto. In agosto abbiamo sostenuto la campagna internazionale «Missing type» di Trasfusione CRS Svizzera e informato i nostri clienti via Facebook sull’importanza della donazione di sangue. La reazione è stata positiva e numerosissimi clienti hanno dimostrato il loro interesse, rafforzando la nostra convinzione di adoperarci per la giusta causa.

Sono previste altre azioni in futuro?

Già questo mese parleremo della donazione di sangue nella nostra rivista per bambini MiniSpick. Pubblicheremo poi un nuovo articolo su questo tema anche nella rivista destinata ai collaboratori. In novembre il personale potrà di nuovo donare il sangue volontariamente durante l’orario di lavoro presso la sede di Schwarzenbach. Siamo certi che anche questa seconda azione di donazione di sangue riscuoterà un grande successo.

 

www.sqs.ch www.zewo.ch wmda
 
IL SANGUE È VITA DONALO