«Sono infinitamente grato»

Sono ormai passati due anni da quando Patrik ha ricevuto le cellule staminali del sangue di un donatore eterologo. La sua storia ha commosso molte persone. Patrik ci racconta nell’intervista come sta oggi.


Patrik, come ti senti oggi?

Mi sento sano, in forma e strafelice di aver superato tutto. Molte cose sarebbero andate diversamente se non avessi trovato un donatore compatibile. Ed è per questo che sono infinitamente grato.

Cosa preferisci fare nel tempo libero?

Trascorro molto tempo con i miei amici e la mia famiglia. In estate vado in moto, sempre che il tempo lo permetta, e in inverno vado a sciare o gioco a hockey sul ghiaccio.


Com’è cambiata la tua vita?

Fondamentalmente non è cambiata. Ho lo stesso lavoro, gli stessi hobby e lo stesso aspetto di prima. Lavoro come falegname in una ditta di Uri specializzata in cucine.


Qual è stato per te il momento più bello dopo il trapianto?

Il giorno in cui sono tornato a casa. Sono sceso dall’auto a Unterschächen e mi sono sentito subito felice di abitare in un posto magnifico e di ritornarci guarito.


Hai piani per il prossimo periodo?

Niente di concreto. Il più importante è godermi la vita e trarre il meglio da ogni giorno.


Cosa vorresti dire agli altri pazienti che attraversano una situazione simile alla tua?

L’importante è non perdere mai la speranza e pensare sempre positivo, anche se talvolta è molto difficile farlo e si ha l’impressione che tutto giri storto. La medicina ha fatti progressi tali da poter aiutare molte persone. Ho guardato al tutto come una grande esperienza di vita.



FARE UNA DONAZIONE ORA!

CHF
Fate una donazione in denaro per aiutare a coprire i costi di registrazione per questa e altre azioni.
Desidero effettuare una donazione in denaro
www.sqs.ch www.zewo.ch wmda
 
UNITI CONTRO LA LEUCEMIA