«Regalare la salute»

19/12/2019

Dopo una leucemia linfoblastica acuta Domenique sta di nuovo bene, e questo grazie a terapie e a un trapianto di cellule staminali del sangue. Ora sua madre Barbara Moser raccoglie fondi: «Desideriamo offrire speranza ai bambini e agli adulti affetti da leucemia». Aiutateci anche voi!

 


Venti nuove registrazioni o 2’800 franchi: questo è l’obiettivo che si è prefissata Barbara. Con questo denaro possono essere determinate le caratteristiche tissutali di 20 nuove persone iscritte nel Registro svizzero dei donatori di cellule staminali del sangue. Le caratteristiche tissutali sono importanti per sapere se una persona può essere considerata come donatrice o donatore di cellule staminali del sangue. E più persone si registrano, maggiore è la possibilità di trovare una donazione compatibile per una persona affetta da leucemia o un’altra malattia grave del sangue.

Sensazione di impotenza ma anche gratitudine

Quando nel novembre 2017 le è stata diagnosticata la leucemia linfoblastica acuta, Domenique, allora 17enne, ha avuto questa possibilità. «Ho dovuto imparare cos’è l’impotenza, la sensazione di essere in balia della malattia», dichiara la madre Barbara quando ripensa a questo difficile momento. «Sono infinitamente grata e felice che mia figlia stia di nuovo bene».



Foto: Domenique è bene grazie a una donazione di cellule staminali del sangue..

E ora la famiglia desidera aiutare altre persone. Barbara ha iniziato sul suo posto di lavoro Medbase una raccolta fondi tramite la piattaforma per le donazioni Inspire Now. «Da anni non ci facciamo più regali di Natale, ma intraprendiamo qualcosa insieme», racconta la frizzante mamma di Domenique. «Quest’anno desideriamo aiutare altre persone. Abbiamo notato che si può regalare la salute». La famiglia e gli amici hanno partecipato generosamente all’azione. Anche voi potete aiutare la famiglia Moser a raggiungere l’obiettivo.

«Aiutatevi reciprocamente!»

Durante il periodo della malattia e della guarigione Barbara non ha smesso di credere nel bene. Ora desidera trasmettere questa fede: «Tutto va sempre a posto, è una legge naturale. Alla fine va tutto bene così com’è». Per le Feste che si stanno avvicinando ha un bel messaggio da comunicare: «Aiutatevi e sostenetevi reciprocamente. Questo infonde una bella sensazione – non solo a chi ha ricevuto aiuto».

 

www.sqs.ch www.zewo.ch wmda
 
UNITI CONTRO LA LEUCEMIA