DATE PER LA DONAZIONE

Difesa dagli agenti patogeni

Nell’ambiente che ci circonda vivono numerosi agenti patogeni come virus, batteri, parassiti vegetali (funghi) e animali (ad es. gli agenti patogeni della malaria). Per opporsi a questi temibili intrusi, il nostro organismo necessita di un sistema di difesa, articolato in due tipi, di cui i globuli bianchi sono parte integrante:

Prima difesa rapida

  • Gli agenti patogeni introdottisi nell’organismo mettono il corpo in allarme.
  • I globuli bianchi, soprattutto i granulociti, raggiungono gli agenti patogeni (che possono trovarsi ad es. in una ferita). La parte del corpo interessata si arrossa, si riscalda, si gonfia e provoca dolore: si è sviluppata un’infiammazione.
  • Il corpo aumenta la sua temperatura: insorge la febbre.
  • I granulociti tentano di avvolgere gli agenti patogeni e di «divorarli». Durante questa operazione, però, i granulociti stessi soccombono.
  • In seguito anche i fagociti giganti (macrofagi) raggiungono gli agenti patogeni per partecipare alla fagocitosi. Accumulandosi, i macrofagi producono pus.

 

Difesa lenta e mirata

 

In questa fase sono i linfociti a svolgere il ruolo principale:

  • I linfociti riconoscono gli agenti patogeni (batteri e virus) introdottisi nell’organismo e iniziano a produrre in dosi massicce gli anticorpi adatti a contrastarli. Per ogni tipo di batterio e di virus vengono prodotti anticorpi specifici. Questa fase di difesa mirata richiede però tempo.
  • Quando gli anticorpi sono pronti, si uniscono agli intrusi. Ê questo il primo passo verso la distruzione degli antigeni patogeni.
  • Inizia ora il lavoro dei fagociti giganti (macrofagi) che avvolgono, divorano e digeriscono gli antigeni.
  • Sconfitti gli agenti patogeni, alcuni linfociti registrano nella loro memoria la «ricetta» per formare gli anticorpi adatti ad opporsi a quei particolari antigeni. Se anche dopo anni i medesimi antigeni dovessero aggredire nuovamente il corpo, i linfociti potrebbero quindi produrre in brevissimo tempo gli anticorpi adatti a contrastarli e distruggerli prima che riescano a moltiplicarsi in modo esagerato. Il corpo è così diventato immune nei confronti della malattia provocata da questi agenti patogeni, e quindi non ne viene più colpito, oppure ne viene colpito solo in forma leggera.
www.sqs.ch www.zewo.ch wmda
 
IL SANGUE È VITA DONALO