50’000 donatori di cellule staminali del sangue in Svizzera

Successo per Trasfusione CRS Svizzera: a Berna si è registrato il 50’000esimo donatore di cellule staminali del sangue. Gli obiettivi futuri restano comunque ambiziosi: entro il 2020 il numero di donatori deve raddoppiare.

Nel mondo si contano 22 milioni di donatori di cellule staminali del sangue, ma la Svizzera per molto tempo non ha fatto più parte dei Paesi modello in questo settore. Nel 2007 Trasfusione CRS Svizzera ha deciso di intensificare le sue attività per reclutare nuovi donatori. E il successo non si è fatto attendere: nel giro di pochi anni è riuscita ad acquisire circa 20’000 nuovi donatori, raddoppiando così il loro numero.

Venerdì, 7 marzo 2014, Rudolf Schwabe, direttore di Trasfusione CRS Svizzera, ha reso omaggio durante una cerimonia a Max Indermühle, il 50’000esimo donatore di cellule staminali del sangue. Il 29enne di Berna si è lasciato convincere a registrarsi come donatore durante un’azione di reclutamento organizzata dal suo datore di lavoro, la Mobiliare. Max Indermühle ha affermato di aver sentito parlare per la prima volta della donazione delle cellule staminali del sangue circa un anno e mezzo fa, quando una sua conoscente si è ammalata di cancro. Il pensiero di poter salvare la vita a un ammalato da qualche parte del mondo è stata determinante per la sua decisione.

Per Rudolf Schwabe il successo degli ultimi anni dimostra che la strada intrapresa è quella giusta: «Il nostro obiettivo è trovare per ogni paziente un donatore di cellule staminali del sangue compatibile. Entro sei anni vogliamo raggiungere i 100’000 donatori registrati in Svizzera». Finora sono circa 500 i donatori svizzeri che hanno effettivamente potuto donare le loro cellule staminali del sangue, offrendo così una possibilità di guarigione a una persona ammalata.

Le azioni di donazione che si tengono presso le aziende rappresentano un passo importante in questa direzione: «Organizziamo azioni di donazione di sangue presso le nostre sedi aziendali. A Berna, e presto anche a Nyon, i collaboratori hanno anche la possibilità di registrarsi come donatori di cellule staminali del sangue», spiega Rolf Marti, presidente della Commissione del personale della Mobiliare, che aggiunge: «Con il nostro impegno vogliamo enfatizzare il fatto che prendiamo sul serio la nostra responsabilità sociale».

50’000 donatori di cellule staminali del sangue in Svizzera

Comunicato per i media

www.sqs.ch www.zewo.ch wmda
 
IL SANGUE È VITA DONALO